scuolarecuperoanni.net - Cerca le migliori Scuole di Formazione per Recupero anni scolastici

in News

In Emilia-Romagna si riscopre la storia di un filato che ha fatto da protagonista nei secoli nella regione: la seta. La città di Bologna si è fatta conoscere in tutto il mondo per le sue tecniche di lavorazione, risalenti a 600 anni fa e, ora, la regione ha deciso di far conoscere questa splendida arte anche alle scuole elementari, medie e superiori. I bambini e i ragazzi si sono rivelati entusiasti di studiare la storia della seta con i loro insegnanti e scoprire una parte del Paese che era stata messa un po’ da parte.

I docenti delle scuole dell’Emilia-Romagna hanno deciso di insegnare ai ragazzi la lavorazione della seta e la storia di questo splendido filato, che non viene mai affrontata nelle scuole, nonostante la sua importanza per la regione.

 

Inoltre, questo rappresenta un buon modo per mettere da parte, almeno per una volta, la tecnologia rappresentata da smartphone, tablet e computer di ultima generazione, sempre più diffusi anche tra i bambini delle elementari.

 

Come spiega la docente Elena Giorgi, della scuola media Giovanni Pascoli, in provincia di Ferrara, lo studio della seta permette agli alunni di approcciarsi alla manualità e non solo alla tipica teoria affrontata durante le lezioni di storia.

 

L’insegnante racconta, inoltre, che la seta fa da sempre parte della tradizione regionale, ma che, purtroppo, è meno conosciuta rispetto ad altri filati. Considerando l’importanza della stessa, invece, è giusto riscoprirla e portare i bambini ad amarla come una volta hanno fatto i loro genitori ed i loro nonni.

 

I bambini di Bologna hanno raccontato di essersi presi cura di un baco da seta, assistendo alla sua trasformazione in farfalla. Si sono espressi in modo molto entusiastico, il che vuol dire che il progetto del riportare la tradizione ai giorni nostri ha fatto centro. Davvero una buona notizia.

publisher
back to top